logo-sabato-rifugiato-2016Maol – La Giornata Mondiale del Rifugiato è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2000 e ricorre il 20 giugno.

«Questa data è diventata l’occasione per promuovere varie iniziative volte alla sensibilizzazione, al dialogo e possibilmente all’elaborazione di proposte attive in favore dei rifugiati. Sarebbe bello immaginare di abolire questa data dal nostro calendario, ma purtroppo molto realisticamente, lo scenario internazionale che si prospetta di fronte a noi è davvero drammatico: uomini che ormai diventano numeri di migrazioni, gente in fuga dalle loro vite, dalla loro storia, dalla loro terra e dalle loro famiglie. Mai potremo comprendere totalmente il vissuto dei migranti in fuga, nonostante le comunicazioni che riceviamo dai media e le immagini che ci arrivano dritte addosso, potremo solo percepire un breve passaggio delle reali condizioni del loro status sociale che da lì in poi diventerà il loro marchio», ha affermato Elisa Gravante, di ADRA Italia.

In occasione della ricorrenza dell’ONU, la Chiesa cristiana avventista a livello mondiale ha designato il 18 giugno come Sabato del Rifugiato.

È stata così preparata da Jonathan Duffy, presidente di ADRA International, la traccia per un sermone da utilizzare in questa giornata e un video realizzato dal dipartimento Comunicazioni delle Divisioni Intereuropea e Transeuropea. Questo video permette di toccare con mano ciò che il network internazionale di ADRA svolge in Grecia, insieme al team di volontari di Adventist Help.

ADRA Italia e il dipartimento Comunicazioni dell’UICCA hanno lavorato in sinergia per tradurre sermone e video in italiano e metterli a disposizione delle chiese.

Clicca qui per il download del video

Clicca qui per il download del sermone

A breve sarà messo a disposizione delle chiese un secondo video.

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page