Eudnews/Maol – Durante l’incontro di metà anno del comitato della Regione intereuropea (Eud) della chiesa, tenutosi a Friedensau, in Germania, dal 21 al 23 maggio, è stata convocata la commissione di nomina per eleggere il nuovo leader del dipartimento della Gioventù (GA). La scelta è caduta su Jonatan Tejel, direttore associato del dipartimento presso la Conferenza Generale (CG).

Il posto era rimasto vacante dopo che Stephan Sigg, attuale leader dei giovani, è stato eletto presidente della Federazione svizzera tedesca, un paio di mesi fa.

«Abbiamo perso un ottimo direttore della Gioventù», ha commentato Corrado Cozzi, responsabile delle Comunicazioni presso l’Eud, «ma abbiamo un livello equivalente».

Il past. Mario Brito, presidente dell’Eud, ha espresso parole di gratitudine per l’enorme lavoro svolto da Sigg nei sette anni alla direzione dei giovani.

Jonatan Tejel è stato pastore a Barcellona, in Spagna, dal 1996 al 2000, e a Valencia dal 2000 al 2002. Nel 2002, l’Unione spagnola lo nominò direttore nazionale della Gioventù. Incarico che ha ricoperto fino a quando è stato chiamato ad essere direttore associato del dipartimento GA e scout avventisti a livello mondiale, responsabilità che ha mantenuto fino a oggi.

«In questi anni ho vissuto momenti di gioia e di tristezza», ha spiegato Tejel, «La tristezza per i lunghi periodi trascorsi lontano dalla mia bella famiglia. Ho perso molti momenti della crescita delle mie figlie. Versavo lacrime all’aeroporto, quando lasciavo la mia famiglia e partivo per andare in altri paesi dove diffondere la Parola di Dio. La gioia è stata rappresentata dall’opportunità di incontrare giovani e leader straordinari che amano il Signore con tutto il loro cuore, la loro mente e la loro forza».

«Ho imparato molto», ha continuato Tejel, «in tutti i miei viaggi. Ho visto i giovani dare la loro vita a Gesù e ogni volta che avevo il privilegio di essere presente a una cerimonia battesimale, il mio cuore gridava di gioia. Non c’è niente di più eccitante e bello di vedere una persona esprimere pubblicamente il suo amore per Gesù».

Per il neoeletto direttore GA, l’esperienza vissuta a livello di chiesa mondiale è stata un arricchimento nella vita e nel ministero. «Devo dire che mentre condividevo la Parola di Dio, scoprivo l’importanza di imparare dalle diverse e bellissime culture di tutto il mondo. In questo modo possiamo condividere meglio il messaggio che è nei nostri cuori».

«Il mio cuore trabocca di riconoscenza per quello che mi è stato permesso di fare come direttore associato alla CG”, ha aggiunto Tejel, «e adesso cercherò di portare avanti al meglio il nuovo incarico, camminando sempre insieme con il mio Gesù».

Ora, Jonatan torna alla sua «vecchia» Divisione, l’Eud.
«Sono felice di ritornare a casa e servire di nuovo la chiesa in Europa. Sarò pronto a continuare ad apprendere da ciascuno dei leader con cui lavorerò e farò del mio meglio per condividere la mia profonda passione per il Signore e la sua Parola», ha concluso Tejel.

Il past. Jonatan Tejel è ben conosciuto in Italia dai giovani e dagli scout avventisti. È stato ospite del camporee internazionale di Bassano Romano nel 2011. Più recentemente è stato uno degli ospiti dell’Assemblea spirituale dell’Unione italiana, organizzata a Milano lo scorso aprile. I suoi messaggi ai giovani e i suoi laboratori sono stati molto apprezzati dai partecipanti.

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Print this page