M10-Editoriale_disonesti genialiGiuseppe Marrazzo – Uno studio psicologico ha illustrato quanto la disonestà sia ingegnosa e creativa. L’immagine del genio del male è pervasiva; è presente in fumetti, film e letteratura. Francesca Gino, docente alla Harvard Business School, ha detto: «Il comportamento disonesto e quello creativo hanno qualcosa in comune: coinvolgono entrambi la rottura delle regole».

Eppure la menzogna, la frode e i comportamenti immorali sono le grandi sfide del nostro tempo. Ma anziché specializzarsi e diventare individui «moralmente flessibili», dovremmo riscoprire il valore dell’etica e utilizzare la creatività per trovare soluzioni innovative che non siano dannose per nessuno. Possiamo godere la vita con fantasia e genialità senza per questo diventare abili ingannatori.

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page