Maol – Ecco disponibile il consiglio di questo mese da parte dei Ministeri della gestione cristiana della vita. Altro materiale è disponibile sul sito gestionecristianadellavita.avventista.it/

Un vero e proprio sacrilegio
Ciò che deve essere messo da parte, secondo le Scritture, perché appartiene al Signore, costituirà i fondi per la diffusione del Vangelo e quindi non appartiene più a noi. È un vero e proprio sacrilegio attingere dai fondi destinati a Dio per il proprio interesse o per aiutare qualcuno nei suoi affari. Alcuni hanno commesso l’errore di appropriarsi di ciò che era consacrato a Dio. Ognuno dovrebbe esaminare con cura questo soggetto. Nessuno, trovandosi in una situazione difficile, utilizzi il denaro destinato a scopi religiosi per il proprio profitto, tranquillizzando la sua coscienza con il pensiero che più tardi rimborserà questo denaro. È molto meglio ridurre le spese in base alle entrate, limitare i bisogni e vivere secondo i propri mezzi, piuttosto che utilizzare il denaro del Signore per scopi secolari (Testimonies for the Church, 9:246, 247 – CEC 56.4) – Tratto da E. G. White, Consigli sull’economato cristiano, Ed. Adv)

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page