90anniversarioadvRoberto Davide Papini – La casa editrice ADV festeggia i suoi 90 anni di vita con un libro, come si conviene a un editore, e con un evento con al centro la solidarietà: l’appuntamento è fissato per sabato 3 dicembre alle 16.30 al Centro polivalente avventista (via del Pergolino, di fronte al Cto). Un sabato pomeriggio particolare con la presentazione del libro Alla scuola della grande quercia, scritto da Laura Ferraresi e illustrato dalla piccola Celeste Scuccimarri, ma anche con altri eventi per festeggiare il compleanno della casa editrice che fa capo alla Chiesa cristiana avventista, una delle realtà del protestantesimo italiano.

Un anniversario che sarà celebrato anche con un video storico sulla ADV, la premiazione degli ex direttori, l’esibizione musicale della Joyful Orchestra e con una mostra dedicata ai più piccoli dal Museo della Fiorentina, rappresentato dal suo presidente Andrea Galluzzo. Sì, perché l’ADV, diretta da Maurizio Caracciolo, compie 90 anni nel 2016 proprio come la Fiorentina e così, nel corso del pomeriggio, verranno evidenziati i legami storici e presenti tra la casa editrice avventista e la passione viola.

alla-scuola-della-grande-querciaAl centro del pomeriggio, come detto, ci sarà la presentazione del libro Alla scuola della grande quercia, edito dall’ADV in partnership col Museo della Fiorentina. Si tratta di una raccolta di brevi fiabe che contengono messaggi positivi per i bambini, messaggi che aiutino i più piccoli a superare la paura dei «diversi» e delle diversità e a superare il pregiudizio. Un libro molto piacevole (anche per i più grandi) anche grazie alle belle illustrazioni di Celeste Scuccimarri, una bambina alla quale è stata diagnosticata una sindrome da alterazione globale dello sviluppo (autismo).

Il libro si rivolge agli alunni delle elementari e va letto dagli adulti insieme ai bambini utilizzando l’appendice di ogni racconto che invita a riflettere sul significato di quanto letto. Le fiabe non sono frutto solo della fantasia di Laura Ferraresi, ma sono il risultato di anni di ricerca psicosociale. Ferraresi (laureata in pedagogia) conduce seminari e corsi di formazione pedagogica per il personale docente di asili nido e di scuole materne e collabora con l’Università del Sussex (GB) redigendo favole per la ricerca sperimentale in psicologia sociale. Proprio dalla ricerca con Rupert Brown, professore di psicologia sociale presso l’Università del Sussex (GB), sulla consapevolezza etnica e il pregiudizio, è venuto lo spunto per realizzare questo libro.

«Il messaggio che dovrebbe essere chiaro, anche per i più piccini», dice Ferraresi, conduttrice di Radio Giò su Radio Voce della Speranza, «è che dobbiamo imparare a superare ogni forma di pregiudizio, perché la diversità è insita nella realtà, nella natura, nella biologia e quindi anche nell’umanità. Il libro si è arricchito grazie alle illustrazioni di Celeste che è una bambina di 8 anni che il destino ha voluto essere anche autistica, ma la cosa per me di valore è che è semplicemente una bambina, che ha compreso sé stessa attraverso le storie. Il libro non si rivolge solo alle famiglie che hanno un figlio o una figlia autistici, ma a tutte le famiglie dove ci siano dei bambini e delle bambine senza alcuna discriminante, dove la normalità è essere semplicemente bambini, con le proprie difficoltà di qualsiasi natura esse siano». (La Nazione.it)

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page