Eud Mmff/Maol
– Duante l’ultimo Congresso dei Ministeri Femminili (Mmff) a Friedensau, svoltosi a settembre, i presidenti delle Federazioni tedesche hanno espresso, nel loro saluto, apprezzamento per l’opera delle donne nella chiesa. Inoltre, il pastore Werner Dullinger, presidente dell’Unione tedesca del Sud, ha incoraggiato le donne a seguire la loro chiamata e a servire la chiesa come pastore, nonostante le politiche attuali della denominazione mondiale. Nelle Unioni europee le donne possono servire proprio come i loro colleghi maschi, tranne che nelle posizioni elevate di leadership.

Durante il servizio del sabato mattina, Denise Hochstrasser, direttrice dei Mmff presso la Divisione intereuropea (Eud), ha intervistato Marjukka Ostrovljanovic e Kirsi Müller. Marjukka lavora come pastora a Regensburg, in Germania, e Kirsi sta finendo il suo master a Friedensau. Entrambe le giovani donne sono entusiaste del loro lavoro di pastore. Sono state presenti nello stand «berufen.me» (chiamami), pronte a rispondere alle domande sul ministero pastorale delle donne.

Una delle partecipanti ai seminari di formazione sulla Leadership, che si sono tenuti il weekend successivo a Firenze, è stata Ludmyla Olinyk, detta Mila, che ha completato la sua laurea in teologia presso il seminario italiano, la scorsa estate, e ora prepara il master. La giovane non vede l’ora di cominciare il suo ministero pastorale il prossimo anno, si spera. Nel 2016 ha ricevuto una borsa di studio dai Mmff, che le ha permesso di terminare gli studi. Preparerà una tesi sui Ministeri Femminili, spiegando perché sono necessari nella chiesa di oggi.

Rispetto alla Divisione transeuropea, dove ci sono circa 60 donne che svolgono il ministero pastorale, nella nostra Divisione c’è ancora un lungo cammino da fare. Tuttavia, a maggio 2016, il Comitato esecutivo dell’Eud ha votato la seguente risoluzione: «Trovare, in accordo con i principi esistenti, molteplici modi per formare e autorizzare le donne al ministero e incoraggiarle a essere impegnate in tutte le aree e i livelli possibili della vita e del servizio nella chiesa». Possano sempre più̀ giovani donne sentire la chiamata al ministero, sospinte dallo lo Spirito Santo.

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page