Gianluca Mosca
– Il teatro è il mezzo migliore per commemorare un evento storico di notevole impatto a livello sociale e culturale, e base del protestantesimo. «Le 95 tesi e il popolo», atto unico di Rolando Rizzo, messo in scena nella nostra chiesa (il 12 novembre), è la storia di una famiglia di Wittenberg, tra il 1° novembre 1517, giorno successivo all’affissione delle 95 tesi, e il 1534, anno della prima stampa della Bibbia nella lingua del popolo. Il calzolaio Franz Meister, cattolico, si interfaccia con un abituale cliente ebreo, due preti che hanno divergenti considerazioni su Lutero e i membri della propria famiglia che condividono le idee del dottor Lutero.

(Foto: Pietro Mosca)