Maol – Da qualche settimana un gruppo di giovani avventisti, capitanato dal past. Davide Mozzato, ha lanciato il progetto «Pillole».

Messaggero Avventista online: In che cosa consiste «Pillole»?
Davide Mozzato
: Piccoli video (dai quali è possibile ricavare brevi trasmissioni audio per le radio), piccoli contributi di qualche minuto di effervescenza spirituale-sociale-civica-umana.

Maol: Da cosa nasce questo progetto?
D. M.
: Dall’esigenza di comunicare e di sentirsi vivi e partecipi. Se è vero che la comunicazione parte non tanto da un’esigenza della gola ma dal sentire profondo, posso dire a nome di tutti, che ci siamo ascoltati ben bene e abbiamo sentito la chiamata, la vocazione.

Maol: Tutti chi?
D. M.: A Conegliano abbiamo una emittente Rvs. Siamo partiti dalla frustrazione di chi vi lavora con grande impegno affrontando le sfide difficili della gestione e della programmazione. Sono amici che hanno ancora miccia, malgrado tutto.

Maol: Avete riscontri?
D. M.: Comunicare a vuoto credo sia una cosa da svitati. La rete web ci dà la possibilità di misurare numericamente i nostri i interlocutori. Siamo appena partiti e non ci possiamo lamentare… Conegliano, la chiesa, ha un bacino di utenza di poche decine di orecchie e occhi; in due giorni dal varo della pagina Facebook, i nostri contributi sono già arrivati e visti da centinaia di utenti. Ne siamo felici, ma abbiamo stabilito un contratto tra di noi: il bilancio lo stileremo tra quattro anni. Fino ad allora vogliamo lavorare con entusiasmo senza curarci delle difficoltà inevitabili. Come diceva l’apostolo Paolo? “Guai se non evangelizzo”.

Maol: Qual è la pagina Facebook?
D. M.: Eccola: https://www.facebook.com/quotidianaeffervescenza/