Pesaro, processo Lucia Annibali la donna sfregiata con l'acidoGiuseppe Marrazzo – Voce serena, sguardo limpido, senza tentennamenti, Lucia Annibali, la donna sfregiata con l’acido, afferma che la triste vicenda dell’ex fidanzato, Luca Varani, il mandante della tremenda aggressione, non le ha tolto la gioia di vivere.

Vedo scorrere le immagini e noto le cicatrici in faccia, ma la sua bellezza resta intatta. Lucia ha raccontato la sua storia in un libro scritto da lei e dalla giornalista Giusi Fasano dal titolo Io ci sono. La mia storia di non amore, pubblicato da Rizzoli e presentato a Milano, sabato 26 aprile. Racconta il calvario delle operazioni di una donna deturpata nel corpo e nell’animo, ma più di tutto racconta con forza il coraggio di reagire. Rispondendo alle domande di Barbara Stefanelli, vicedirettore del Corriere della Sera, ha detto: «Oggi ho capito che la vera bellezza è stare in pace con se stessi».

L’8 marzo il presidente Napolitano le ha conferito il titolo di Cavaliere della Repubblica con questa motivazione: «Per il coraggio, la determinazione, la dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell’ignobile aggressione subita». Lucia Annibali, 35 anni, da vittima dello stalking diventa simbolo della lotta agli «amori malati».

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page