Santa Abiusi
– Mercoledì 29 novembre 2017, il coordinamento Adra di Bari ha ricevuto la visita di una delegazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per la distribuzione alimentare finanziata dal programma di aiuti europei Fead e Fni (Fondo nazionale aiuti alimentari agli indigenti). L’obiettivo della verifica è stato quello di controllare il buon funzionamento dell’associazione e di intervistare anche gli assistiti che si presentavano per ritirare il pacco della spesa, allo scopo di evidenziare eventuali criticità nella filiera di distribuzione degli alimenti e, se possibile, apportare delle migliorie.

Tutti i collaboratori volontari di Adra Bari si sono organizzati per predisporre una calorosa accoglienza, anche se in ognuno di noi c’era quel po’ di «fisiologica» apprensione, generata da ogni verifica. Da subito l’incontro si è rivelato  cordiale grazie a una «strana coincidenza». Una delle due dottoresse della delegazione ci ha raccontato che, prima di venire da noi, aveva un appuntamento per una seduta di fisioterapia. Già da qualche giorno si interrogava su quella chiesa avventista che era anche sede del coordinamento Adra, presso la quale avrebbe dovuto recarsi per la sua verifica.

Lo stupore è stato grande quando, entrando nello studio medico per il suo trattamento, ha visto campeggiare sulla parete alcune locandine che pubblicizzavano i progetti della chiesa avventista sulla salute e anche sul benessere delle donne. Inutile dire che il medico, il nostro fratello Filippo Piarulli, che collabora attivamente in numerosi progetti sulla salute, ha avuto modo di parlarle della missione della nostra chiesa durante la seduta.

Arrivata da noi, la dottoressa era talmente entusiasta da contagiare la sua collega, tanto che entrambe si sono fermate oltre l’orario previsto per le interviste e le verifiche. Ha voluto sapere ancora di più sulla chiesa avventista che fino a poche ore prima la incuriosiva, ma le era sconosciuta. Con il gruppo dei volontari, le abbiamo guidate in una visita a tutti i locali della nostra comunità; abbiamo spiegato le varie attività che svolgiamo con i bambini delle diverse fasce di età e con gli scout Aisa, e i progetti che portiamo avanti come chiesa. Hanno molto gradito i piccoli doni offerti: il tascabile Gli avventisti del 7° giorno, il volumetto I segreti del benessere, dei calendari cristiani con le meditazioni giornaliere, ma soprattutto sono state felici di ricevere la Bibbia!

Prima di andare via, ci hanno lasciato i loro indirizzi email e ci hanno chiesto di essere informate sulle iniziative future.
Abbiamo ringraziato il Signore per l’opportunità di questa bella testimonianza.

(Foto Vincenzo Lorusso)

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page