Maol – Lo scorso 3 giugno, oltre 600 volontari hanno partecipato a un’iniziativa ecologica, guidata da avventisti, nello stato di Paraíba, nel nord-est del Brasile. Il progetto, sostenuto dall’Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso (Adra) della regione, consiste nel piantare alberi per contrastare l’erosione provocata dall’acqua, ma anche per creare consapevolezza sull’importanza di prendersi cura del creato.

La trasformazione in corso delle zone costiere di Paraíba, a causa della costruzione di edifici molto alti e dell’acqua piovana, ha portato diverse organizzazioni a intervenire per mitigare l’impatto ambientale in tutta la regione. Gli studi hanno dimostrato che piantare gli alberi può aiutare a combattere l’erosione e il deterioramento del suolo. Uno dei punti più colpiti sono le scogliere di Cabo Branco.

In questo contesto e per coinvolgere giovani e bambini in iniziative ecologiche, i volontari avventisti si sono impegnati nel «Progetto Day + Green». Nell’attività del 3 giugno, prima di varie fasi, sono stati piantati circa 800 alberi nell’area di Cabo Branco.

L’iniziativa di educazione ambientale è un’attività annuale che offre ai giovani l’opportunità di dare un contributo concreto all’equilibrio ecologico, piantando arbusti e alberi originari del luogo. Le località prese in considerazione sono solitamente aree densamente popolate nello stato di Paraíba.

Erinaldo Costa, direttore di Adra Brasile ha spiegato che in questo modo si vuole motivare i partner di tutta la regione e coinvolgerli in iniziative simili. «Il nostro obiettivo non è solo quello di fare la nostra parte, ma anche di incoraggiare gli altri a fare la loro, impegnandosi a preservare le bellezze naturali che ci circondano» ha affermato.

Si progetta di piantare 10.000 alberi entro dicembre 2018.

[Foto e fonte: South American Division News]