Emiliana Vittorini – Nel 2018, oltre a #iogiocodavvero, progetto di sensibilizzazione rivolto ai giovani sportivi, la Chiesa avventista ha voluto coinvolgere anche il mondo dell’arte attraverso il contest Ludocrazy, promosso e lanciato all’interno di Paratissima, prestigiosa fiera nazionale dell’arte.

È stato chiesto agli artisti partecipanti di creare opere d’arte che mettessero in luce la pericolosità e nocività del gioco d’azzardo in contrapposizione a tutta una serie di comunicazioni fuorvianti che, al contrario, ne sottolineano i vantaggi facendolo sembrare un’opportunità da cogliere al volo!

Dal 31 ottobre al 4 novembre circa 45.000 persone hanno visitato le sale espositive della fiera e hanno potuto ammirare le 10 opere finaliste selezionate tra le 87 che hanno gareggiato. Attraverso il linguaggio universale dell’arte gli artisti hanno raggiunto l’obiettivo di toccare i cuori di tutti presenti, grandi e piccini, facendoli riflettere sui gravi rischi derivanti dall’azzardo.

La fiera si è poi conclusa con la premiazione dei 2 vincitori a pari merito, Gec e Pietro Barone, e del secondo classificato, Nazareno Biondo.

I volontari presenti hanno avuto l’occasione di presentare l’impegno della Chiesa Avventista alle migliaia di persone intervenute, distribuendo materiale informativo e ricevendo consensi sulla lodevole iniziativa.

Gli stessi artisti che sono intervenuti hanno dichiarato di essere stati colpiti dal tema e di aver partecipato molto volentieri. Uno dei vincitori, Gec, ci ha raccontato che già dal 2012 realizza opere di denuncia legate al fenomeno dell’azzardo, ma ha anche aggiunto che se ne è parlato sempre troppo poco e che quando ha saputo di questo contest ha pensato fosse importante partecipare.

Attraverso il finanziamento di questi due contest, uniti all’emanazione del bando Gap 2018, mediante il quale anche quest’anno la nostra Chiesa ha finanziato 4 progetti di prevenzione e cura dei soggetti affetti da azzardopatia, si è voluto perseguire un importante obiettivo che è quello di creare ponti con altri soggetti terzi, costruendo una rete relazionale che ci renda protagonisti nel diffondere i nostri valori. Un’opportunità straordinaria per farci conoscere e gettare semi di speranza per i più deboli, gli afflitti, gli ultimi.

Il nostro impegno sull’azzardo proseguirà anche nel 2019, continuando a lavorare per informare sempre più persone sui pericoli del gioco d’azzardo, ma soprattutto per liberare le vittime da questa terribile schiavitù con l’aiuto e la forza che ci viene dal Signore che ha dato, lui per primo, la vita per salvare tutti noi.

Per vedere i video della premiazione, cliccare sul link qui di seguito riportato: https://www.facebook.com/ottopermilleavventisti/videos/493134421179268/