Cari studenti, a breve inizierà un altro anno scolastico, con (tanta) voglia di fare meglio e finire bene.

L’altro giorno mi trovavo in cartoleria per fare degli acquisti. A un certo punto è entrata una ragazza con la sua mamma. Tirano fuori dalla borsa un foglio di carta e, rivolgendosi alla commessa, chiedono: “Sono arrivati tutti i libri della IV E?” Allora, mi sono ricordato per quanti anni della mia vita ho seguito questo rituale. E ora, che mi ritrovo a studiare per un nuovo corso di studi, anche io mi accingo a controllare la lista dei libri. Con la novità, questa volta, di ordinarli non più in cartoleria ma su Amazon!

E voi, avete controllato nello zaino della vostra vita se avete tutto il necessario? Mi permetto di segnalarvi alcuni ingredienti indispensabili:

– Fiducia, per dire a voi stessi che saprete farcela.

– Costanza, per non ridurvi all’estate prossima a recuperare qualche insufficienza.

– Piacevolezza, per essere sempre gentili e allegri con (tutti) i vostri compagni di classe.

– Rispetto, perché anche se l’insegnante dovesse essere (un po’) noioso è pur sempre il vostro educatore. A prescindere.

– Onestà, perché i voti che riceverete dovranno essere i vostri, e non quelli di qualcuno che, al posto vostro, ha fatto quel compito.

E ora, continuate voi a controllare lista, divertendovi a trovare altri ingredienti, speciali, unici, eccezionali, come anche voi potete esserlo, se ci credete.

Ringraziamo anche tutti quei membri di chiesa impegnati professionalmente nell’ambito educativo. Agli insegnanti, in particolare, rivolgiamo un ringraziamento per la passione e l’impegno nella formazione delle nuove generazioni, del loro contributo allo sviluppo intelligente, ma anche, laddove possibile, allo sviluppo di una coscienza morale che li renderà cittadini responsabili sia in questo mondo sia in quello che aspettiamo dall’alto.

Insieme a Ignazio, non ci rimane che augurarvi un buon inizio. Per tutti voi abbiamo pensato a un testo della Bibbia, che invita alla vera intelligenza da acquisire alla scuola di Dio: «Quando viene la superbia, viene anche il disonore; ma la sapienza è con gli umili» (Pr 11:2).

Roberto Iannò – direttore Dipartimenti Educazione e Ministeri Avventisti della Famiglia

Ignazio Barbuscia – direttore Dipartimento Ministeri Avventisti per la Gioventù