Monica De Paolis
– Dal 17 giugno al 1° luglio si sono svolti, a Poppi, i campeggi A e B dei Tizzoni.

L’ospite spirituale è stata la brava pastora tirocinante Rebecca Gaisie. Attraverso i momenti spirituali, Rebecca è riuscita a canalizzare l’attenzione dei ragazzi utilizzando con maestria il suo originale amico puppet (burattino) e protagonista della storia: Giona.

Tramite dialoghi e brevi scenette abbiamo rivissuto passo dopo passo i momenti salienti della missione di Giona. Inoltre, nelle brevi meditazioni mattutine e serali, sono stati utilizzati gli altri puppet: Mirtillo e Bia.

I tre burattini sono stati convolti nelle attività dei ragazzi sin da subito. Hanno fatto divertire grandi e piccini. Hanno consolato, asciugato lacrime, fatto sorridere e reso speciale e unici questi quindici giorni. Ma le cose belle non sono finite qui. Abbiamo avuto l’occasione di conoscere sei ragazzi veramente speciali: Paolo, David, Eduardo, Kimora, Viola e Achilleus. Ragazzi sordomuti che sin da subito si sono integrati con gli altri. Amici nuovi che mai dimenticheremo. Guidati dai bravi animatori – Michela Dolce, Andrea Trupia, Ion Pop, Debora Tettamanti -, hanno saputo renderci partecipi di un mondo che è importante conoscere, comprendere e rispettare. Abbiamo conosciuto la lingua italiana dei segni «Lis», che nelle chiese si dovrebbe imparare.

Gli animatori hanno reso allegre le serate, i giochi e musicato i momenti speciali e spirituali. I volontari della cucina hanno fatto di tutto per rendere gustosi e prelibati i pasti e lo staff sanitario è stato sempre pronto e professionale. Anche quest’anno, i responsabili Petru Havresciuc, Magdalena Grek e Ignazio Barbuscia hanno saputo compiere «l’impossibile». Arrivederci al prossimo campeggio.