Maol – «Non mi piace Halloween, ma adoro il tuo sorriso!». È il messaggio pensato dal pastore emerito Angelo Battista e dalla sua famiglia per manifestare comunque accoglienza ai bambini che inevitabilmente suonano alla porta di casa la sera di «Halloween».

«Mi è piaciuta tantissimo questa iniziativa» ha commentato Mariarosa Cavalieri, responsabile dei Ministeri a favore dei Bambini «perché è una famiglia pastorale che ha pensato di ribaltare in meglio quello che accade. Non ci si può comunque sottrarre ai bambini che vengono a bussare alla porta e che non si vuole scacciare in malomodo e neanche ignorare. Questo mi sembra un bel gesto e un’esperienza da condividere».

L’intera famiglia si è messa al lavoro e ha preparato un cesto di caramelle, corredato dal simpatico biglietto, da donare ai piccoli che chiederanno: «Dolcetto o scherzetto?».

Dolcetto, naturalmente! Perché, «Non mi piace Halloween, ma adoro il tuo sorriso!».