Le tappe del processo di comunicazione. Durante il corso scopriremo quali sono e come implementarle in modo efficace.

EVENTO ANNULLATO

HopeMedia Italia – Samuel Girven vive a Cadillac, in Michigan (Stati Uniti) ed è il nuovo assistente segretario del Dipartimento Comunicazioni nella sua chiesa. Fin qui nulla di particolare se non fosse per un dato sorprendente: Samuel è giovanissimo, ha appena 12 anni. Si destreggia sui social aggiornando la pagina Facebook della comunità, scrive e divulga comunicati stampa su eventi di chiesa che sono stati ripresi dai giornali locali.

Piccoli comunicatori crescono e mettono a frutto i loro doni speciali. Perché non ci proviamo anche noi nel campo italiano?

Dal 17 al 19 aprile 2020, i responsabili locali delle Comunicazioni delle nostre chiese sono invitati a partecipare a un nuovo corso di formazione che si svolgerà a Poppi (AR), negli spazi di Casuccia Visani.

Il seminario ricalca i contenuti e il format lanciato dalla chiesa avventista mondiale; il suo titolo è Act, Adventist Communication Training. Ospite del corso sarà il past. Williams Costa, direttore del Dipartimento Comunicazioni della Conferenza Generale.

I momenti formativi illustreranno l’importanza e la necessità di una comunicazione qualificata che coinvolga le comunità locali. Da qui, il ruolo chiave del responsabile delle Comunicazioni nelle nostre chiese, talvolta assente ma che gioca invece una parte fondamentale di raccordo tra le istituzioni Uicca, le realtà ecclesiastiche locali e il territorio in cui sono presenti.

Chissà se tanti Samuel Girven (la cui storia potete leggere nell’articolo qui), potranno fiorire tra noi, con l’aiuto del Signore.

Al corso di formazione sono invitati tutti i responsabili delle Comunicazioni delle comunità locali e i direttori del dipartimento delle varie Unioni della nostra Divisione.
Gli arrivi sono previsti per venerdì 17 aprile pomeriggio (si inizia con la cena); le ripartenze avverranno dopo il pranzo di domenica 19 aprile.

Per quanto riguarda i costi, il viaggio è a carico delle chiese e il soggiorno è a cura dell’Ente Voce della Speranza.

 

[Immagine: Act]