Vincenzo Annunziata – Nella serata tra il 31 maggio ed il 1 giugno abbiamo avuto un attacco hacker da server cinesi, americani, francesi e tedeschi. In oltre 1.800 file è stato iniettato un codice malevolo (codice che faceva aprire altre finestre pubblicitarie).

Gli hacker hanno rubato username e password in Italia e poi li hanno diffusi ai server succitati. Hanno provato con diverse combinazioni di username e password per poi usare la combinazione corretta.
La combinazione corretta è stata «rubata». Oltre al servizio Ftp sono stati attaccati anche i vari siti costruiti con Word Press ma senza successo.

Sono state operate alcune strategie per alzare il livello di sicurezza, questo comporterà un maggior lavoro da parte del dipartimento per la gestione tecnica ma permetterà di avere un web sicuro.

Intanto Google ci ha cancellati dalla black list in cui ci aveva giustamente inserito e per questo motivo non appare più un segnale di attenzione come quello raffigurato nell’immagine.

Nessun pericolo per i nostri amici che hanno navigato tra le pagine del nostro sito. Un grazie a tutti per il supporto e le parole di comprensione espresse nei nostri confronti.