Maol – Da oggi, 1 luglio, è possibile consultare la nuova Enciclopedia avventista (Seventh-day Adventist EncyclopaediaEsda) online, in inglese, gratuitamente. Sono stati necessari anni per attuare questo progetto che contiene 10.000 voci corredate da foto, brevi biografie, video, documenti originali e affascinanti approfondimenti sulla storia e la vita della Chiesa avventista in tutto il mondo. La scelta di rendere digitale quest’opera con la creazione di una sito web permetterà un costante aggiornamento e ampliamento.

«Il progetto dell’Enciclopedia avventista è una benedizione per noi” ha dichiarato Mario Brito, presidente della Regione Intereuropea (Eud), dal sito EudNews “In questo modo abbiamo a disposizione molti tesori e storie rimaste sepolte per tanti anni. Molti di noi conoscono la storia del proprio Paese qui in Europa, ma non conosciamo l’esperienza  dei pionieri della Chiesa nella nostra nazione. Con questo progetto, impariamo a conoscerci e a conoscere le nostre radici. Siamo così incoraggiati e possiamo capire come si è sviluppata la Chiesa avventista del settimo giorno nel nostro continente».

Realizzata grazie al contributo di migliaia di avventisti nel mondo, l’Enciclopedia raccoglie gli articoli scritti da membri di chiesa, amministratori, ecc. di ogni estrazione sociale con esperienza su un determinato argomento. Altri hanno contribuito come revisori e correttori di bozze. L’obiettivo di ogni articolo dell’Esda, precisano da EudNews, è quello di essere onesto, aperto, completo e rigoroso, rappresentativo della diversità e della ricchezza dell’avventismo e pienamente comprensibile sia per i membri di chiesa sia per il pubblico.

«L’Enciclopedia è un punto di svolta nella storia della missione avventista. Ci sono tante sfaccettature dell’esperienza missionaria che ora sono accessibili ai ricercatori. Con l’Esda, i membri laici importanti, coloro che sono stati pionieri dell’avventismo in vari Paesi, saranno conosciuti insieme al loro contributo» ha spiegato Chigemezi Wogu, manager e ricercatore del progetto. Wogu e Stefan Höschele, redattore regionale, entrambi dell’università avventista di Friedensau, hanno collaborato al progetto in qualità di rappresentanti dell’Eud.

Audrey Andersson, segretario esecutivo della Regione Transeuropea (Ted) della Chiesa, ha partecipato al processo di realizzazione dell’opera ed è entusiasta del risultato. Ritiene infatti l’Enciclopedia «stimolante e avvincente. Una storia conduce a un’altra e ci sono tante gemme da scoprire». Nella ricca storia europea della Chiesa avventista, sono molti gli  «eroi della fede che prendono vita» ha affermato Andersson aggiungendo che il lettore «può trovare informazioni dettagliate sulla loro esperienza e sui Paesi in cui hanno lavorato, oltre a comprendere meglio lo sviluppo della Chiesa avventista», anche se «ci sono molte altre storie che devono essere scritte e speriamo che quando le persone usano l’enciclopedia, vorranno essere coinvolte».

Il materiale presente nell’Enciclopedia avventista è utile non solo ai ricercatori ma anche a tutti i lettori che possono ricevere sicuro  incoraggiamento. «Membri, dirigenti e pastori possono trarne beneficio perché troviamo esperienze di impegno e dedizione alla missione» ha concluso il presidente Brito «Ci aiutano a capire che nulla può essere realizzato senza sacrificio, coinvolgimento e amore per la causa. Ciò può motivare le giovani generazioni a fare lo stesso»

La cerimonia per il lancio della nuova Enciclopedia si terrà stasera, alle ore 21, sul Canale YouTube della Chiesa avventista.

Visita il sito web Encyclopedia.Adventist.org.