Maol – Iniziamo anche questo mese con un consiglio prezioso che arriva dai Ministeri per la Gestione Cristiana della Vita (Gcv). «Uniti da legami di solidarietà» è il titolo del pensiero scelto dal responsabile nazionale, past. Michele Abiusi.

«Rientra nei progetti di Dio che ricchi e poveri siano intimamente uniti fra loro da legami di simpatia e solidarietà. Dio ha un progetto per ognuno di noi. A tutti coloro che vogliono collaborare con lui, Egli ha affidato un compito. Ci invita a prendere in considerazione tutti i casi di sofferenza e povertà di cui veniamo a conoscenza. Nostro Signore Gesù Cristo era ricco ed è diventato povero per noi, affinché fossimo arricchiti tramite la sua povertà. Egli invita tutti coloro ai quali ha affidato dei beni terreni a seguire il suo esempio. Gesù dice:”I poveri li avrete sempre con voi e potete aiutarli quando volete” Marco 14:7 La sofferenza e la miseria del mondo lanciano continuamente un appello alla nostra solidarietà e il Salvatore dichiara che l’opera nei confronti degli afflitti e di coloro che soffrono è quella che apprezza maggiormente.[…] Dobbiamo confortare i malati, sfamare coloro che hanno fame, vestire coloro che sono nudi e istruire gli ignoranti. Molti si lamentano perché il mondo è così pieno di miseria e di sofferenza. Ma il Signore è misericordioso e tramite i suoi rappresentanti, a cui ha affidato i suoi beni, vorrebbe soddisfare tutte le esigenze delle sue creature. Egli dispone dei mezzi necessari e se gli uomini non abusassero dei suoi doni e non ne privassero egoisticamente i loro simili, nessuno soffrirebbe di alcuna restrizione» – E. G. White, Consigli sull’economato cristiano”, Ed. Adv, Firenze.

Sul sito Gcv è disponibile anche la nuova newsletter preparata dalla Divisione Intereuropea. Il titolo è «Il denaro è vita» e l’autore è il past. Slavi Chirpanliev, direttore Gcv presso l’Unione bulgara.
Leggila al link: https://gestionecristianadellavita.uicca.it/newsletter-gcv-09-2018/

[Immagine: sito Gcv]