Maol – L’ultimo giorno di ottobre è molto atteso da bambini e ragazzi per festeggiare Halloween, anche se la ricorrenza non appartiene alle tradizioni italiane. Il 31 ottobre è importante per il mondo protestante ed evangelico in quanto Festa della Riforma, in ricordo del fatto che più di 500 anni fa Martin Lutero affisse le sue 95 tesi sulla porta della cattedrale di Wittenberg.

Ma Halloween è un evento in cui si esalta il lato oscuro ed è l’antitesi di una festa cristiana.
«Noi credenti sappiamo di non poter condividere questa festa, ma spesso non sappiamo come fare per non trasmettere solo deprivazione, esclusione e frustrazione ai nostri bambini e ragazzi; ci mancano le idee per farli sentire impegnati in qualcosa di più costruttivo per la loro vita spirituale» ragiona Mariarosa Cavalieri, responsabile nazionale dei Ministeri in favore dei Bambini (Mib).

Per questo i Mib propongono anche quest’anno una festa alternativa per i ragazzi. Su https://bambini.uicca.it/alternativa-a-halloween/ sono disponibili alcuni suggerimenti per una riflessione da realizzare in famiglia o in chiesa, e per attività alternative che possano far sentire i nostri bambini impegnati in qualcosa di più costruttivo per la loro vita spirituale.

Inoltre, i Mib chiedono la collaborazione di animatori, membri, genitori, pastori: «Se avete altre idee utili su questo tema, comunicatele scrivendo a uicca.mib@avventisti.it, saremo felici di tenerne conto».