Offerta di materiale didattico sul libro biblico di Daniele

Luigi Caratelli – È da circa un anno che preparo del materiale sul libro di Daniele. Materiale che è ora a disposizione di tutti coloro che ne faranno richiesta.

Non avrei mai pensato che – coincidenza più che gradita – la stessa Conferenza Generale avesse preparato, per il primo trimestre 2020, la guida della Scuola del Sabato che ci permetterà di studiare e dibattere proprio questo libro.

Ricordo che qualcuno ha detto che il «caso», o la coincidenza se volete, è un altro modo che Dio utilizza per presentarsi agli uomini. Ma non è senz’altro un caso che all’interno di quelle pagine profetiche ci sia una promessa per noi, oggi: «Molti studieranno il libro con cura, e la conoscenza aumenterà» (Da 12:4).

La profezia, si sa, è un’arma a doppio taglio, e non certo per colpa della profezia stessa. Ricordo una sorella che ansiosa mi mostrava un video, fattole arrivare da un’altra sorella, nel quale, secondo lei, Trump aveva istituito la famigerata «legge sulla domenica». La rassicurai dicendole che il presidente americano aveva solo chiesto a tutti i rappresentanti religiosi degli Stati Uniti di pregare, la domenica successiva, per le vittime di un devastante uragano. Tutt’altro che la legge sulla domenica.

Ma il popolo avventista cade facilmente in tali equivoci, e la passione smodata per i segni dei tempi è dura a morire. Infatti, non sono riuscito a rassicurare un’altra sorella sul fatto che Dio proteggerà il suo popolo nei momenti più difficili. Lei mi chiedeva angosciata su quale montagna avremmo dovuto rifugiarci per scampare alle altrettanto famigerate persecuzioni. Non so se ora sia ancora in vita, ma sono sicuro che per circa 40 anni ha cercato di trovare la montagna salvifica. A scapito di una metà della sua esistenza che avrebbe potuto spendere nella gioia serena e nella fiducia nel Salvatore.

La stessa Ellen G. White rifiutò di predicare sulle profezie in una chiesa che raccoglieva parecchi fanatici del «segno» inequivocabile. Purtuttavia fu sempre lei a scrivere: «I giovani dovrebbero comprendere queste cose e sapere quello che accadrà prima della fine della storia. Questi eventi riguardano il nostro bene eterno, perciò insegnanti e studenti dovrebbero prestare maggiore attenzione» (Testimonies for the Church, vol. 6, pp. 128,129).

In Testimonies to the Ministers, alle pagine 112 e 113, invece scriveva: «È necessario, come non mai, uno studio più accurato della parola di Dio, e in modo particolare dei libri di Daniele e Apocalisse. La luce che Daniele ricevette dal Signore era stata data soprattutto per gli ultimi tempi».

E soprattutto perché, commettendo l’errore opposto delle sorelle menzionate, alcuni sono convinti che proprio la legge sulla domenica sia una favola avventista, un evento che non si realizzerà mai.

Per noi oggi
Ho potuto constatare la veridicità della promessa del libro di Daniele. Ho visto come i tesori contenuti in quelle poche pagine suscitano meraviglia non solo nelle nostre comunità. A causa della mia attività di conferenziere sono stato invitato in alcune nostre chiese a tenere delle conferenze sull’archeologia biblica, come seguito  della Bibbia Expo. In tale contesto ho presentato anche la profezia delle 70 settimane, la quale indica in maniera straordinaria – con 500 anni di anticipo – la comparsa pubblica del Messia.

Grazie a questo tema, che ha sbalordito i presenti, sono stato invitato a presentare la stessa conferenza da esponenti di chiese evangeliche e cattoliche presenti nelle sale delle città italiane che ho visitato: a esempio dal Sae (Segretariato Attività Ecumeniche), dai Gbu (Gruppi Biblici Universitari) e da alcuni pastori pentecostali. Proprio in una delle chiese pentecostali, nell’italia del sud, dopo la mia esposizione delle 70 settimane, il pastore locale ha pregato così: «Grazie Signore, per averci mandato questa luce». La luce delle profezie di Daniele.

Mi piace terminare con le parole dello storico avventista George Knight. Nel 2000 venne invitato alla sessione della Conferenza Generale di Toronto per tenere la meditazione di apertura; la intitolò: «Se io fossi il diavolo». Uno dei passaggi, che ritengo importantissimo per la nostra vita di chiesa, è il seguente: «Se io fossi il diavolo, farei sì che gli avventisti dimenticassero o almeno minimizzassero l’importanza della loro eredità profetica. Quando questa visione svanirà l’avventismo diventerà un’altra denominazione, senza mordente».

Penso che dobbiamo ringraziare il Signore per l’eredità profetica che ci ha donato, la studiarla con cura, diffonderla, costringendo così il diavolo a cercarsi qualcos’altro da fare, lontano dalle nostre chiese.

Il Signore utilizzi pure te per far risplendere nel mondo tali gioielli. Il materiale che metto a disposizione ha anche questo scopo: permetterti di organizzare a casa tua, o in chiesa, semplici riunioni nelle quali spiegherai tutto il libro di Daniele ad amici, parenti e interessati. Potresti essere un valido aiuto per il tuo pastore.

Grazie a Hope Media Italia questo materiale può essere richiesto scrivendo ai responsabili della redazione nazionale, o direttamente a me alla seguente email: l.caratelli@avventisti.it

I contenuti del materiale
A quanti ne faranno richiesta saranno inviati i seguenti file:

01 – Tredici power point, che illustrano tutto il libro di Daniele

02 – Tredici dispense, che fanno da guida ai power point

03 – Un Pdf, che raccoglie tre stupendi studi del nostro teologo Jean Zurcher sul principio giorno-anno, con informazioni inedite. Ringrazio Pierluigi Luisetti, gestore del sito www.letteraperta.it, che ha messo a disposizione questo materiale.

04 – Due power point indispensabili per determinare l’esatto anno della crocifissione di Gesù, utili a confermare storicamente la profezia delle 70 settimane, sempre grazie a Luisetti

05 – Uno studio, dettagliato, del past. Paolo Benini, sulle critiche rivolte da molti studiosi al libro di Daniele, e tutte le risposte, comprese quelle dell’archeologia biblica, che invece confermano le verità e la genuinità del testo sacro.

06 – Un power point, con relativa dispensa, sull’importanza del 1844 quale data dell’inizio della fine dei tempi.

07 – Un power point, con relativa dispensa, sul tema del «sonno dei morti» da utilizzare a piacere, quando nel capitolo 12 di Daniele si fa cenno a questa verità dottrinale (Da 12:13).

08 – Quattro power point, con relative guide, del past. Samuele Barletta. Dello stesso pastore si possono vedere e scaricare i relativi video pubblicati su Hope Channel Italia al link https://hopechannel.it/category/archivio-genova/page/11/

09 – Tutta la serie in audio, in collaborazione con Radio Voce della Speranza, sui vari capitoli. Da poter utilizzare e regalare a chi può ascoltare in auto.

10 – Una analoga serie in video, grazie alla collaborazione di Hope Channel Italia.

Tutto il materiale può essere inviato subito dopo la richiesta, tranne gli audio e i video che saranno inviati successivamente.