Maol – Ogni trimestre, la Chiesa avventista mondiale pubblica una nuova guida della Scuola del Sabato per lo studio quotidiano di un argomento biblico. La proposta del terzo trimestre 2020 (luglio-settembre) sottolinea l’importanza della testimonianza personale. Il nuovo ciclo di lezioni quotidiane è intitolato «Farsi degli amici per Dio» ed è scritto dal past. Mark Finley, noto evangelista internazionale che ha predicato in varie parti del mondo, ha partecipato a numerosi programmi televisivi e radiofonici avventisti, ed è autore di diversi libri.

Sul tema del nuovo trimestre della Scuola del Sabato, pubblichiamo l’intervista al past. Finley a cura dell’Agencia Adventista Sudamericana de Noticias (Asn).

In che modo la testimonianza promuove lo sviluppo spirituale dei cristiani?
Al centro del grande conflitto c’è la lotta tra l’amore e l’egoismo. La radice originale del peccato è una vita egocentrica anziché una vita centrata su Dio. Testimoniare ci consente di concentrarci sugli altri. Quando riconosciamo ciò che Cristo ha fatto per noi e il suo incomparabile amore manifestato sulla croce, vogliamo condividere questo amore con gli altri. Più condividiamo l’amore per Gesù, più cresciamo. Diventiamo come lui partecipando alla missione di salvare un mondo perduto. Testimoniare uccide di fame l’egoismo.

I rischi della relativizzazione

In tempi di tanta relativizzazione delle verità bibliche, possiamo essere efficaci testimoni di Cristo sapendo che ciò può sembrare ancora più impopolare e persino un attacco all’individualità delle persone?
Gesù visse in una cultura romana mondana, materialista e spesso molto rozza. Il suo messaggio era altamente impopolare per molte persone. Il suo impatto fu enorme perché si occupò dei bisogni e prestò servizio alla persona intera. Guarì i malati, incoraggiò gli afflitti, liberò gli oppressi e rafforzò i deboli. La sua vita di servizio altruistico dimostrava che le sue parole erano vere. Se ci prendiamo cura amorevolmente dei bisogni di coloro che ci circondano, i loro tuoi cuori saranno toccati dalla grazia di Gesù. Siamo dimostrazioni viventi delle realtà del vangelo. Le persone possono rifiutare ciò che diciamo, ma accetteranno la nostra sincera preoccupazione per loro e il nostro sostegno quando ne avranno necessità. Il metodo di evangelizzazione di Cristo era proprio questo: occuparsi dei bisogni umani e poi condividere il vangelo. Funzionò allora e funzionerà oggi.

Cosa possiamo imparare sulla condivisione della fede nel ministero di Gesù?
Credo che una delle cose migliori che possiamo imparare dal ministero di Gesù sia la sua cura per le persone. Le persone non vorranno sapere quanta conoscenza abbiamo fino a quando non percepiranno quanto ci importa di loroviene. I metodi efficaci di evangelizzazione sono importanti, ma la cura incentrata su Cristo è assolutamente essenziale per avvicinare una persona a Gesù. Se le persone ricevono interesse sincero, i loro cuori si apriranno alle verità divine della Scrittura.

La missione di Dio

Nella Bibbia apprendiamo che il processo di conversione spirituale è un atto soprannaturale da parte di Dio. Quindi, qual è il ruolo dell’essere umano in questo processo?
La missione è sempre prima di Dio. Siamo felici di partecipare con lui alla sua missione. Se Gesù avesse potuto finire il lavoro da solo, l’avrebbe fatto molto tempo fa. Invece ci invita a collaborare con lui nell’opera di redenzione. Abbiamo il privilegio di cooperare con Cristo nel condividere il messaggio della salvezza con l’umanità perduta. Egli ha messo nelle nostre mani la responsabilità di portare agli altri il suo messaggio per gli ultimi giorni.

Fa parte del piano di Dio usare gli esseri umani come suoi strumenti per aiutare le persone che non lo conoscono veramente. Nel sermone di Gesù sula fine dei tempi, in Matteo 24, il Salvatore fa quella straordinaria dichiarazione: «E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo, affinché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; allora verrà la fine» (Matteo 24:14). In Matteo 28 e Marco 16, esorta i suoi discepoli ad «andare in tutte le nazioni» e predicare il vangelo. Lo Spirito Santo opera nei cuori indipendentemente dalla nostra testimonianza, ma quando condividiamo le verità piene di grazia della Bibbia, le persone hanno una migliore opportunità di rispondere. La rivelazione più chiara del carattere di Dio (la grazia di Cristo e la verità delle Scritture) è nella Parola di Dio, e abbiamo il privilegio e la responsabilità di condividerla.