Roberta Vittori – Sabato 28 settembre è stato dedicato al tema delle dipendenze, il dott. Raniero Facchini ne ha parlato dal punto di vista teologico, il dott. Biagio Tinghino dal punto di vista medico. Ciò che influisce sulle dipendenze è la relazione che la persona ha con l’oggetto della sua dipendenza: esso serve a gratificare, ad alienare, a far star bene, perché attiva i circuiti dopaminici e crea soddisfazione. Se da bambini si sono instaurate delle relazioni sicure, stabili emotivamente e organizzate con i genitori, sarà più difficile cadere nella dipendenza. La chiesa ha una missione: dovrebbe accogliere, ascoltare, non giudicare e accompagnare verso Gesù chi è schiavo di una dipendenza. Ricordiamo il testo di Matteo 7:12-14.

 

[Foto pervenuta dalla comunità in oggetto]