Maol – Sabato prossimo, 12 ottobre, nelle chiese in Italia si raccoglie l’offerta nazionale per lo Spirito di profezia. L’offerta arriva alla casa editrice Adv per pubblicare in italiano i libri di Ellen G. White. Per saperne di più, Il Messaggero Avventista online (Maol) ha rivolto alcune domande a Maurizio Caracciolo, direttore delle Edizioni Adv.

Il Messaggero Avventista online: Cos’è questa offerta e come viene usata?
Maurizio Caracciolo: Quest’offerta è dedicata alla valorizzazione e alla divulgazione di una delle pietre miliari della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno: lo Spirito di profezia. L’utilizzo principale consiste nel contribuire alla traduzione, alla stampa e alla diffusione dei libri scritti da Ellen G. White. È un contributo oggi ancor più importante in questo senso perché, negli ultimi anni, si è molto ridotto l’aiuto economico prima garantito dal White Estate e di conseguenza le risorse necessarie al mantenimento di questa opera.

Maol: Quanti e quali libri sono stati prodotti grazie a questa offerta?
M. A.: Negli ultimi anni sono stati tradotti e pubblicati per la prima volta titoli come La mia vita, l’edizione integrale del volume La famiglia cristiana, Vincere la tentazione, Servizio cristiano, ma anche tante ristampe come Patriarchi e profeti, Profeti e re, La via migliore in edizione tascabile a colori ma anche di pregio e rilegata, Il gran conflitto, La speranza dell’uomo, La via della guarigione.

Maol: A che punto siamo nella produzione di libri di E. G. White in italiano?
M. A.: Nel 2020 uscirà certamente per la prima volta in italiano Evangelism, e l’obiettivo è quello di arricchire ulteriormente con prime edizioni in lingua italiana l’eredità che Ellen G. White ci ha lasciato. Molto, naturalmente, dipende dalle risorse economiche su cui possiamo contare, dal momento che si tratta di operazioni dispendiose, ma siamo convinti che uno dei motivi di servizio delle Edizioni Adv è quella di garantire alla chiesa questo prezioso scrigno che ci è stato affidato.

Maol: Come va la diffusione dei libri dello Spirito di profezia?
M. A.: Molto, naturalmente, dipende dall’appeal del libro, ma molto anche dal prezzo di vendita. È per questo che ci stiamo sforzando e impegnando per riuscire a produrre edizioni sempre più economiche, ma questo naturalmente dipende molto dalla tiratura di stampa, quindi dalla richiesta della chiesa.

Maol: Vuoi fare un appello per l’offerta?
M. A.: Più che un appello, un invito a cuore aperto: se la chiesa è convinta che lo Spirito di profezia sia un dono ma anche una responsabilità affidataci, perché esso produca del bene a quante più persone possibili, deve dimostrarlo anche con la sua generosità. La casa editrice esiste in ragione del servizio, della missione e della capacità di offrire la migliore produzione possibile per favorire la crescita dell’opera del Signore; la chiesa ha la possibilità di dimostrare di credere davvero in questa missione sostenendola, anche con la preghiera.