Gabriel Ghioc – La chiesa è grata a Dio per aver vissuto, sabato 18 luglio, una giornata di festa, ricca di benedizioni spirituali. Dopo mesi di difficoltà e isolamento dovuti alla pandemia, i tanti membri della comunità, in compagnia di amici e parenti sopraggiunti per l’occasione, hanno partecipato ai due più alti momenti di vita spirituale di un cristiano: la santa Cena e il battesimo. La mattina, a Casuccia Visani, il past. Mihail Gavrilita, ha imposto le mani sul pane azzimo e sul succo d’uva, simboli del sacrificio di Cristo e della sua risurrezione salvifica. Nel pomeriggio, nelle acque del fiume Arno, a Poppi, ha battezzato Sara Noemi Puiu e Diana Dogaru, due splendide ragazze che hanno scelto di appartenere a Gesù. 

 

 

[Foto pervenuta dalla comunità in oggetto]