Daniele Amodeo – Sabato 18 gennaio è stato con noi il past. George dalla Siria, collaboratore di Porte Aperte, l’organizzazione che aiuta i cristiani perseguitati nel mondo. Il pastore ci ha raccontato di quanto sia difficile essere cristiani in quella regione e di quanto Dio lo protegga quotidianamente. Come quando è stato rapito a causa della sua fede. Rinchiuso in uno scantinato sentiva la protezione e la pace di Dio, come Pietro. Presente anche il direttore di Porte Aperte Italia, Cristian Nani, che ci ha raccontato la situazione dei cristiani perseguitati. Abbiamo pregato per il past. George, chiedendo a Dio la protezione su lui e la sua famiglia, e per il lavoro di Porte Aperte.

 

 

[Foto: Daniele Amodeo]