Franca Zucca – Venerdì 8 marzo, si è svolto l’evento che vorrebbe vedere festeggiate le donne. Ma, come è stato sottolineato dando il benvenuto agli oltre 80 intervenuti, «sarà festa quando non ci saranno più donne uccise, picchiate, sfigurate, perseguitate, molestate da qualcuno che dice di amarle!». Lina Ferrara, ospite della serata, ha ricordato com’è nata la giornata della donna e, prendendo spunto dal tema «Impronte sulla Sabbia», ha enfatizzato l’importanza di lasciare delle tracce positive sul percorso della vita. Ha presentato l’esperienza di Marie Durand, una donna ugonotta del 1700, perseguitata per la sua fede, che ha trascorso in carcere ben 38 anni, resistendo a sofferenze fisiche e morali. Un canto e la distribuzione di un dono hanno preceduto il buffet.

 

 

[Foto: Manuela Mori]