Il Messaggero Avventista online – Un miliardo di persone nel mondo vive con una disabilità: cecità, sordità, menomazioni fisiche e mentali.

«La chiesa, il corpo di Cristo, è il luogo dove chiunque entra deve sentirsi ben accolto» afferma Andrei Cretu, responsabile dei Ministeri Avventisti in favore delle Persone con Disabilità.

«Anche se non abbiamo la capacità di donare la vista a chi non vede, oppure l’udito a chi non sente» continua A. Cretu «possiamo usare i nostri occhi perché loro vedano, le nostre mani perché loro sentano e i nostri piedi perché possano camminare. Forse uno dei miracoli più grandi che oggi possiamo fare è accogliere, camminare assieme, dare valore e dignità a ogni persona, perché tutti siamo visibilmente o in modo meno visibile diversamente abili.

I Ministeri in favore delle Persone con Disabilità desidera eliminare qualsiasi tipo di barriera, offrire la possibilità per creare rapporti personali non solo sabatici e per edificare la chiesa insieme. Oggi, guarda bene intorno a te e non dimenticare di vivere l’attesa del regno di Dio coinvolgendo chiunque ti sia vicino, al di là delle sue abilità».

Sabato 27 aprile è il giorno dedicato alla sensibilizzazione delle nostre comunità verso questo ministero. Lo slogan della giornata è «Diventiamo inclusivi… non cristiani esclusivi…!». Invitiamo a dedicare un momento a questo tema nelle nostre chiese.

Per maggiori informazioni sul Ministero Avventista in favore dei Sordi visita: https://www.facebook.com/avventistideaf/ oppure https://hopechannel.it/category/deaf/

Per informazioni sui Ministeri Avventisti in favore delle Persone con Disabilità visita il sito inglese: https://specialneeds.adventist.org

Scarica la storia dei bambini preparata da Elsa Cozzi, responsabile dei Ministeri a favore dei Bambini presso la Regione Intereuropea.

 

[Foto: Getty Image]