Maol – Gilberto Caporali si è spento la mattina di venerdì 8 marzo a Pisa. Avrebbe compiuto 80 anni il prossimo 2 giugno (classe 1939). «Ieri sera siamo andati a fargli visita in ospedale» ci ha detto Michele Abiusi, pastore della chiesa di Pisa, di cui Gilberto era membro, «Era lucidissimo e abbiamo pregato insieme. Poi, questa mattina, dopo aver fatto colazione, ha chiuso gli occhi e si è addormentato nel Signore».

Per diversi anni Gilberto è stato pastore e ha servito alcune chiese tra cui Niscemi, Potenza e Montalbano Jonico. Dopo il terremoto in Irpinia, è andato via dalla Basilicata e si è trasferito con la famiglia a Pisa, dove è stato collaboratore di Adra per un certo periodo.

Il 9 marzo del 2015, in seguito a un incidente automobilistico, aveva perso l’uso delle gambe. All’epoca, Il Messaggero Avventista online (Maol) aveva pubblicato una richiesta di preghiera per lui.

Siamo vicini alla moglie, Antonietta Murro, al figlio Giacomo e alla sua famiglia, al fratello Paolo e all’intera famiglia Caporali in questo momento di dolore, in attesa di rivederlo al ritorno di Gesù.

I funerali si sono svolti nel pomeriggio di sabato 9 marzo, nella chiesa avventista di Pisa, officiati dai pastori Michele Abiusi e Daniele Benini.

Messaggi di cordoglio possono essere inviati al figlio, all’email: giacocap@tiscali.it