Roberto Iannò – Dal 5 al 7 ottobre, nella meravigliosa cornice di Casuccia Visani, a Poppi (AR), si svolgerà il II Convegno nazionale avventista sulla relazione d’aiuto, per psicologi, counselor, assistenti sociali, educatori insegnanti e, da quest’anno, anche figure sanitarie.

Questo evento, organizzato dai Dipartimenti Educazione e Ministeri Avventisti della Famiglia, ha il patrocinio del CeCsur e dell’Istituto Avventista «Villa Aurora».

Scopo dell’incontro è quello di creare una rete di professionisti nell’ambito della relazione d’aiuto, e inerente al Dipartimento della Famiglia, per rendere un servizio sempre più efficace alla Chiesa e coinvolgendo le risorse a disposizione nelle aree menzionate.

Questo secondo incontro offrirà un clima di approfondimento e di dialogo attorno alla seguente tematica: «Sofferenza e relazione d’aiuto. Le fatiche nell’aiutare».

L’obiettivo che ci poniamo con questo tema è quello di esplorare, anche grazie al contributo dei relatori, il tema della sofferenza così come emerge all’interno di una relazione d’aiuto. Abbiamo in mente la sofferenza del paziente: i suoi vissuti, le sue sconfitte, i suoi desideri. Ma anche la sofferenza che viene percepita, ed evocata, nel professionista di fronte alla sofferenza dell’altro. Praticamente, vorremo stare in questa «terra di mezzo» della sofferenza, dove due mondi di sofferenza si incontrano, per dare ai partecipanti l’occasione per riflettere su come vivono, e reagiscono, in questa dinamica.

I relatori, che interverranno in un’ottica interdisciplinare, provengono da quattro diverse realtà professionali nell’ambito della relazione d’aiuto:

– Giusy Catalano (assistente sociale e formatore – responsabile dell’area servizi alla persona presso il Comune di Cividate al Piano, Bergamo).

– Stefano De Vecchis (infermiere – ha fatto parte del gruppo di lavoro che ha dato vita al Sistema 118 nel Friuli-Venezia Giulia – Dipartimento di emergenza S.C. Pronto Soccorso presso l’ospedale Tolmezzo di Udine).

– Deborah Giombarresi (psicologo e psicoterapeuta – lavora in programmi rieducativi per detenuti e  nell’accoglienza di migranti).

– Mirela Pascu (psicologo e psicoterapeuta – Professore Dinamiche Relazionali, Università Teologica Avventista, Firenze, e Co-Trainer Scuola Specializzazione Psicoterapia Cognitivo-Costruttivista Nòus, Milano)

L’ospite spirituale dell’incontro sarà il past. Rainer Wanitschek, responsabile dei Ministeri della Famiglia della Regione Intereuropea della Chiesa avventista.

I Dipartimenti Educazione e Famiglia copriranno le spese di vitto e alloggio dei partecipanti, mentre per il viaggio chiediamo alle chiese di sostenere tale cifra, come avviene per i corsi di formazione (specifiche situazioni vanno comunicate e concordate con l’organizzazione). L’incontro inizierà venerdì 5 ottobre, alle ore 19.30, con la cena, e si concluderà domenica 7 ottobre, alle ore 13, con il pranzo.

Per informazioni e iscrizioni, scrivere a Maria Antonietta Calà (direttore associato del Dipartimento della Famiglia): m.cala@avventisti.it