Maol – Il cinquantottenne Antonio Soto ha studiato la Bibbia per 19 anni con un dvd trovato nella spazzatura. «Lavoravo in un’impresa di pulizie, nel distretto di San Joaquin a Santiago, in Cile» racconta alla giornalista avventista Angela Arias «e ho preso alcuni dvd [gettati via]. Uno in particolare aveva attirato la mia attenzione perché si intitolava “Il gran conflitto”. Ho iniziato a guardarlo e mi piaceva tutto ciò che esponeva il past. Luís Gonçalves. Dentro di me sentivo che Dio mi parlava. Ero veramente commosso dal suo modo di comunicare con me: mia madre era evangelica ma non poteva leggere né scrivere, così ho iniziato a leggere la Bibbia per lei!».

Soto ha continuato a studiare la Scrittura per diversi anni, mentre affrontava vari problemi personali. Un giorno, ha trovato Nuevo Tiempo, il canale televisivo della Chiesa avventista sudamericana. Ha potuto conoscere di persona il past. Gonçalves che lo ha invitato a frequentare una chiesa. «Tutto in me cominciava a cambiare» afferma Soto «il mio carattere, il mio stile di vita: non bevevo più alcolici, non fumavo, non andavo più ai party».

Invece aveva iniziato a frequentare la chiesa, poi un piccolo gruppo e infine a studiare la Bibbia insieme con Francisco Brillante, il lettore biblico che aveva scoperto la sua storia.

Sabato 20 aprile, alla fine della campagna evangelistica della Settimana santa nella chiesa avventista Álvarez de Toledo, Antonio Soto ha testimoniato con il battesimo la sua decisione di seguire Cristo.

«Come Antonio, molte vite sono rinate durante l’evangelizzazione della Settimana santa» spiega Angela Arias nel suo articolo su Adventist News Network «Questo progetto ha lo scopo di ricordare il sacrificio, la morte e la risurrezione di Gesù Cristo per l’umanità, attraverso la proclamazione della parola di Dio nelle diverse chiese avventiste del settimo giorno in tutto il Sudamerica».

Dal nord al sud del Cile, gli avventisti si sono incontrati, durante questa speciale settimana, nelle scuole, nei piccoli gruppi e nelle chiese per condividere il messaggio di Gesù con le persone. Contemporaneamente, la Carovana della Speranza (che attua una strategia di proclamazione del vangelo) ha attraversato cinque città e concluso il suo percorso sabato 20 aprile a Valparaíso, con un messaggio spirituale e un concerto speciale.

E per finire, nell’estremo sud del Paese, il freddo non ha impedito alle chiese di riunirsi per studiare la Bibbia e decidere per Cristo. Diversi battesimi sono stati celebrati nel fiume della città di Lautaro.

«La Chiesa avventista continua a usare tutti i mezzi possibili per predicare il vangelo, la morte, la risurrezione e il prossimo ritorno di Cristo» conclude Arias.

[lf]

[Foto: South American Division]