Paolo Todaro – È il desiderio che mi avevano espresso già da molto tempo i fratelli dell’Istituto teologico di avere come ospite Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto.

Come testimonia il Bia del 22 dicembre 2011, l’arcivescovo Bruno Forte era venuto a salutare la chiesa avventista di Scafa e, in quella occasione, mi aveva promesso che avrebbe risposto all’invito di andare a tenere una lezione di teologia all’Istituto avventista di Firenze.

È trascorso più di un anno ma la promessa si è realizzata: il 6 febbraio, a Villa Aurora, nell’aula magna della facoltà, un folto gruppo di studenti e docenti, ha partecipato con interesse alla lezione su “Sacra Scrittura e teologia: 10 tesi”. Alla dotta ma chiara presentazione nella quale è stato esaltato il valore della Sacra Scrittura, è seguito un intenso dialogo con i presenti che hanno mostrato apprezzamento per l’ospite.

Sono contento di questa bella occasione avuta dalla nostra chiesa e dalla nostra scuola, grazie alla quale si sono creati rapporti di dialogo e accoglienza con un alto esponente della chiesa cattolica, molto stimato per la sua conoscenza e umanità.

Spero che noi cristiani avventisti siamo capaci di confrontarci con gli altri, credenti o non, con il desiderio non di contendere ma di competere in quella gara che ci deve vedere vincitori: l’amore. Cercare di avvicinare le anime a Cristo con la forza del suo amore è la nostra grande sfida. Ci aiuti il Signore ad allenarci per essere artisti nell’arte di amare.